La Toscana del gusto

Articolo di Nadia Kokeza

Eccomi qui anche questa settimana a presentarvi il nuovo articolo della rubrica “Il viaggio dei sapori”.

Il viaggio di oggi non vi porterà in Paradisi lontani ma in un Paese che è sicuramente ai primi posti nella classifica Mondiale per le sue specialità enogastronomiche, di quale meraviglioso Paese starò mai parlando? L’Italia è semplice!

L’Italia è un Paese ricco di bellezze, artistiche e culturali, storiche e paesaggistiche uniche al mondo ma dove sicuramente il “Bel Paese” eccelle è senza dubbio la cucina! In quale altro paese al mondo si ha la varietà di materie prime che abbiamo qui , beh davvero pochi, e la Toscana è senza dubbio una delle sue punte di diamante!

La terra Toscana è l’emblema della buona cucina, qui troviamo davvero una grandissima varietà di piatti tipici accompagnati da vini pregiatissimi. Sicuramente qui i piatti più famosi sono a base di carne basti, pensare alla mitica “Bistecca alla Fiorentina”, ma abbiamo anche moltissime soluzioni adatte anche ai palati dei nostri amici vegetariani!

Andremo quindi alla scoperta di alcuni piatti tipici di questa regione, perchè dovete sapere che la famiglia di mio marito ha origini proprio qui. I nonni Martino e Adelia infatti hanno vissuto per anni in un paesino vicino a Chiusi prima di trasferirsi a Genova portando quindi a casa nostra molte delle specialità tipiche della zona.

Grazie alla mia innata passione per “i fornelli” ho quindi iniziato anche il mio viaggio personale nei sapori toscani ed eccomi qui a raccontarvi e presentarvi due delle mie ricette preferite. La prima arriva dalla dolce Nonna Adelia che mi ha fatto scoprire questa bontà e che, da più giovane faceva personalmente a mano ogni domenica. Di cosa stò parlando? I buonissimi Pici!

I “Pici”sono lontani parenti degli spaghetti che vengono “filati” a mano. La ricetta che potrete trovare Cliccando qui  😋😋😋 è quanto di più semplice e povero possa esistere, infatti questo piatto è stato il nutrimento dei più poveri per moltissime generazioni. La lavorazione dei pici richiede molta pazienza e tempo ed in passato era riservato alle bambine che aiutavano in cucina e lo prendevano quasi come un gioco. Una volta pronti venivano appunto conditi con differenti tipi di salse o sughi uno dei più famosi è sicuramente “l’aglione” ma tra quelli più semplici troviamo anche uno dei miei preferiti (che è anche quello che propongo nella mia ricetta), il “sugo con le briciole”. Anche questo condimento era tra i più umili e semplici che però io tutto’ora prediligo perchè è l’arte del “non sprecare nulla” infatti la base di questo sugo sono le briciole di pane raffermo leggermente tostato.

E la seconda è una zuppa che per me non ha eguali ed è la favolosa Ribollita Toscana !

Questa zuppa si prepara utilizzando esclusivamente i fagioli bianchi (cannellini) che hanno una buccia più sottile ed una pasta molto chiara, originariamente  la vera “ribollita” era in realtà la “Zuppa di fagioli” che rimasta dal giorno prima veniva appunto “ribollita” ed arricchita per renderla più appetibile al momento dell uso. Se siete curiosi di scoprire la Ricetta della Ribollita Toscana di casa Kokeza Cliccate qui  😋😋😋!

Sono sicura che dopo aver letto questo articolo vi sarà venuta voglia di provarle anche voi, e allora cosa state aspettando compliate il form qui sotto e chiedeteci un preventivo personalizzato possiamo offrirvi soggiorni davvero unici in Casali tipici, in Glamping o in Mobile Home aspettiamo le vostre richieste!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: