Prima Settimana – L’arrivo a Rarotonga

L’aeroporto di Rarotonga

ITR Storyteller – Prima tappa

Articolo scritto da Nadia Kokeza

Quando parliamo di Isole Cook, anche conosciute come Polinesia Neozelandese, ci riferiamo ad un arcipelago di sole 15 isole situato in una vastissima area nel cuore dell’Oceano Pacifico. Un Piccolo Paradiso Polinesiano che è riuscito veramente a rubarmi il cuore💓.

Ecco la nostra Nadia!

Dopo un volo di circa 9 ore e mezza da Los Angeles, sono finalmente arrivata all’aeroporto di Rarotonga, l’isola principale sede dell’aeroporto Internazionale e della capitale Avarua. Non dimenticherò mai quel momento, infatti appena ho messo piede sull’isola sono stata circondata dal profumo dei Tiarè 🌸 che componevano la bellissima collana di fiori che mi è stata messa al collo e le voci accompagnate degli ukulele 🎼mi hanno riempito il cuore tanto da sentirmi quasi “abbracciata” dall’Isola.

Appena passata la dogana si impara subito una parola che si sentirà molto spesso durante il soggiorno qui, “Kia Orana” che in lingua Maori significa “Benvenuto” ma che viene anche usato come il nostro “Ciao”. Oltre ai suoi profumi ed ai suoni, quando arrivi in questo Piccolo Paradiso, quello che ti tocca maggiormente l’anima sono sicuramente i sorrisi della gente, infatti i Cookiani sono dei vostri “maestri del sorriso” tanto che, anche chi come me è una vera genovese DOC con un carattere molto chiuso ed a tratti ombroso, non può fare a meno che esserne contagiata!

Kia Orana e buon giro dell’Isola con la nostra auto a noleggio!

Una volta uscita dall’aeroporto ho provato sulla mia pelle quanto effettivamente sia semplice muoversi qui a Rarotonga, infatti grazie all’auto a noleggio si è liberi di muoversi per l’isola in tutta tranquillità, e se l’ho fatto io vi assicuro che lo può fare davvero chiunque 😀! Scherzi a parte, come dicevo si può tranquillamente noleggiare un’auto oppure uno scooter e muoversi liberamente per l’isola, tenete presente che partendo dalla capitale Avarua troviamo una strada che in senso orario o in senso antiorario ti permette di girare tutta l’isola in circa 45 minuti!

Questa è la prima parte del racconto delle Isole Cook viste e vissute dalla nostra Nadia, continuate a seguire la pagina! La prossima settimana il racconto del suo viaggio in questo Paradiso continuerà… Stay tuned!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: